• giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
Venerdì, 07 Novembre 2014 20:02

Legge di Stabilità: novità per l’agricoltura

“Un lavoro intenso per i tempi molto stretti che ha portato risultati importanti per gli agricoltori”. Giuseppe Romanini pala dei miglioramenti apportati alla Legge di Stabilità attraverso gli emendamenti che ha presentato e passati in Commissione Agricoltura della Camera

Diverse le questioni su cui si è agito, “in un confronto continuo con il Governo  - dice - e anche sulla base delle segnalazioni che ci sono arrivate, in particolare dalle organizzazioni di settore”.

Le buone notizie (fatto salvo l’esito finale della legge) cominciano con l’aumento del Fondo di solidarietà nazionale che passa dai 120 previsti a 150 milioni di euro destinati a interventi compensativi alle attività agricole colpite da calamità. “Ho presentato questo emendamento, firmato anche dalla collega Maestri,  in considerazione dell’entità dei danni in agricoltura provocati dal maltempo e dal dissesto, in tante regioni fra cui la nostra, tema sul quale ho anche presentato una risoluzione” spiega Romanini.

Sempre sulle risorse, è stato fatto proprio dal relatore l’emendamento di Romanini con quale si porta da 10 a 30 milioni di euro il fondo per il finanziamento di iniziative in favore dell’inserimento dei giovani nel settore agricolo. Altro tema sentito quello delle accise sul gasolio. Qui la proposta va a modificare l’impianto della disposizione: “non c’è più aumento dell’accisa ma si introduce la diminuzione della quantità prevedendo che parte dei risparmi vengano assegnati alle politiche per i giovani” aggiunge il deputato di Parma.

Altro tema molto sentito nella nostra provincia è quello dello zucchero: “Ho proposto l’erogazione di fondi a sostegno del settore, 5 milioni di euro che completerebbero quanto dovuto e atteso dalla parte agricola e dall’industri, per l’annata 2009 e una parte del 2010 – continua - Ho presentato anche un emendamento sulla questione dei patronati, in considerazione del particolare ruolo sociale che svolgono questi istituti, per sopprimere quanto previsto dal comma 10 dell’articolo 26 che riduce di 150 milioni di euro gli stanziamenti”.

Entrano nel “pacchetto” complessivo predisposto dalla Commissione Agricoltura altre due iniziative a firma Romanini, la prima per estendere anche al comparto agricolo gli sgravi contributivi, previsti per altri comparti, per assunzioni a tempo indeterminato; la seconda per ampliare l’integrale deducibilità dall’Irap del costo per lavoro dipendente a tempo indeterminato, anche ai lavoratori a tempo determinato, considerata la peculiarità del lavoro agricolo ed il suo accentuato carattere di stagionalità.

Complessivamente – conclude – ritengo positivo il fatto che il provvedimento, per la prima volta dopo diversi anni, delinei una manovra tesa al rilancio dell’economia, prevedendo interventi di riduzione del carico fiscale sul costo del lavoro e di incentivazione allo sviluppo di impresa. Importante il fatto che venga confermata, anche grazie al lavoro della Commissione, la strategicità del settore agricolo, con un sostegno che si va ad aggiungere agli interventi di campolibero della legge competitività e agli strumenti che il governo ha messo in atto in questi mesi”.

Ultima modifica il Martedì, 29 Settembre 2015 11:44
Joomla SEF URLs by Artio

Programma PD 2018