• giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
Mercoledì, 14 Febbraio 2018 16:33

Fidenza. Taglio del nastro per la stazione rinnovata: più sicura, accessibile, tecnologica ed efficiente. I candidati Pd Paola Gazzolo e Giuseppe Romanini: "Nei prossimi 5 anni continuare la "cura del ferro" avviata da Governo e Regione per una mobil

"Nei prossimi 5 anni porteremo in Parlamento l'impegno determinato per continuare la "cura del ferro" già avviata da Governo e Regione e che sta portando a risultati importanti, come la riqualificazione della stazione di Fidenza. Puntare sulla mobilità sostenibile, e quindi sul potenziamento e il miglioramento di quella ferroviaria, è un'azione strategica su cui serve l'impegno deciso del nuovo Parlamento e del nuovo Governo", commentano Gazzolo e Romanini. "Fa bene all'ambiente, perchè si riducono le emissioni e il traffico nelle città, e fa bene all'economia, perchè significa nuovo lavoro e nuova occupazione. In più migliora la qualità della vita quotidiana di migliaia di pendolari che ogni giorno si servono di treni e stazioni: quelli di Fidenza, ad esempio, già oggi possono godere di tutti i passi avanti resi possibili dall'intervento portato a termine". 

Così Paola Gazzolo e Giuseppe Romanini, candidati del Partito Democratico alla Camera e al Senato (collegio uninomale Fidenza, pedemontana e montagna), stamattina presenti all'inaugurazione dei lavori di riqualificazione della stazione ferroviaria di Fidenza. Opere che l'hanno resa più accessibile, sicura, coperta da wifi, efficente dal punto di vista energetico e capace di abbattere le barriere architettoniche. Capace quindi di garantire un servizio più efficiente.

"Quella di Fidenza è l'ottava stazione riqualificata in Emilia-Romagna dal Gruppo Ferrovie dello Stato: opere di modernizzazione che si sposano con il consistente "pacchetto" di interventi deciso da Regione e Governo per le ferrovie emiliano-romagnole", affermano ancora Gazzolo e Romanini. "Entro il 2020 sarà investito oltre 1 miliardo di euro per il rinnovo pressoché totale del materiale rotabile ferroviario ed entreranno in servizio 75 nuovi treni per i pendolari".

È previsto inoltre l'integrazione tariffaria ferro-gomma (circa 36 mila pendolari del servizio ferroviario potranno viaggiare gratis in bus in 13 città), la bigliettazione elettronica, oltre ad un nuovo progetto di riforma della governance per rafforzare il servizio e ridurne i costi. "Questo modello, nato sul nostro territorio, deve diventare riferimento su scala nazionale: la maggiore efficienza della rete ferroviaria è un'azione concreta determinante per ridurre l'uso dell'auro privata e compiere passi avanti per un'aria più pulita".

Joomla SEF URLs by Artio

Programma PD 2018