• giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
Mercoledì, 24 Settembre 2014 18:48

Sport, da Parma idee per la legge

 Non un commiato formale ma un’occasione per  confrontarsi sulla legge sullo sport, attualmente in discussione in Commissione Cultura alla Camera dei Deputati, e fornire idee e suggerimenti nati dall’esperienza condotta a Parma e nei Comuni. Walter Antonini, responsabile dell’Agenzia allo Sport provinciale, ha chiuso il suo mandato continuando a pensare al futuro, insieme ai sindaci e agli assessori allo sport, che ha riunito nella consulta, una riunione molto partecipata da tanti amministratori che non gli hanno fatto mancare il loro apprezzamento per quanto fatto nel corso della legislatura e che ora, con una nuova Provincia senza la delega allo sport, si ritrovano di fatto senza un coordinamento provinciale.

La consulta in questi anni è stata strumento utile per scambiarci esperienze e buone prassi e approfondire l’impegno sull’etica e i valori dello sport  - ha detto Antonini abbiamo lavorato insieme creando una buona sinergia che ci ha permesso di promuovere eventi come le Feste provinciali dello sport, che siamo riusciti a organizzare anche sulla neve. Ora tocca a voi decidere come proseguire insieme questa esperienza”.

“Lavorare in rete e confrontarsi” è per l’on. Giuseppe Romanini, una delle pratiche che possono dare a chi amministra i risultati migliori. Nel suo intervento il deputato di Parma ha tracciato una panoramica delle linee programmatiche del governo in materia sport – focalizzate soprattutto a favore la pratica sportiva da parte dei giovani e nelle scuole - approfondendo i  contenuti del progetto di legge 1680, in discussione attualmente in Commissione Cultura, il cui primo firmatario è Fossati. Un testo sottoscritto anche dallo stesso Romanini e condiviso dal Governo al quale delega la redazione di un testo unico delle disposizioni in materia di attività sportiva. “Insieme alla funzione sociale dello sport, promuove l’impiantistica a livello territoriale, l’attività fisica a scuola fin dalle primarie, lo sport per disabili  – ha spiegato Romanini Interviene anche sugli obblighi fiscali delle società sportive dilettantistiche  e sulle gare d’affidamento per la gestione degli impianti, valorizzando il ruolo del volontariato e dell’associazionismo”.

Su questi due aspetti in particolare si è concentrato il dibattito e molti sono stati i contributi e suggerimenti sulle procedure d’affidamento e la coerenza fra le norme nazionali e quelle regionali, la natura dei lavori in conto affitto e delle gestioni, l’introduzione dell’insegnamento della pratica sportiva. Sono intervenuti  l’assessore Giovani Marani, del Comune di Parma, il sindaco di Sorbolo Nicola Cesari, il vicesindaco di Corniglio Matteo Cattani, gli assessori di Collecchio Silvia Dondi, di Sala Baganza Gabriele Carpena, il sindaco di Tizzano Amilcare Bodria, l’assessore di Fidenza Davide Malvisi e di San Secondo Ketty Pellegrini.

Al termine Antonini saluti tutti: “Torno ad allenare, porto con me una bella esperienza e tanti amici”.

Ultima modifica il Martedì, 29 Settembre 2015 11:50
Joomla SEF URLs by Artio

Programma PD 2018