• giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
Mercoledì, 03 Settembre 2014 18:22

Embargo russo: lettera al Ministro sul prosciutto di Parma

Continua l’iniziativa dell’on. Giuseppe Romanini  a favore dei prodotti di eccellenza del nostro territorio colpiti dall’embargo decretato dalla Russia come ritorsione alle sanzioni decise dall’Ue per la vicenda Ucraina.  In queste settimane, e dopo l’ingresso in Commissione Agricoltura, il deputato di Parma sta incontrando i rappresentanti delle Associazioni di categoria e dei Consorzi di prodotti tipici per raccogliere segnalazioni  sulle tematiche più urgenti e fra queste la questione relativa all’embargo.

C’è certamente il riconoscimento dell’impegno del Mipaaf e tuo in particolare  – scrive Romanini in una nota inviata al Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina - così come l’apprezzamento dei primi risultati ottenuti con lo stanziamento di 125 milioni di euro, e a seguire dell’allargamento della “platea” dei prodotti, con l’estensione anche ai formaggi a pasta dura e a lunga stagionatura, fra cui il Parmigiano Reggiano. E’ un risultato importante, una risposta che il Consorzio e i produttori attendevano. Ora l’auspicio che viene da questo territorio è che si prosegua in questa direzione”.

L’obiettivo per Romanini è “ampliamento del pacchetto di risorse destinate per gli aiuti e della lista dei prodotti soggetti ad embargo. In particolare, per quanto riguarda questa provincia, sarebbe rilevante l’entrata a far parte della lista delle conserve animali, ovvero il Prosciutto di Parma”.

Oltre che per il Parmigiano Reggiano, infatti, quello russo costituisce anche per il Consorzio del Prosciutto di Parma un mercato in espansione con un valore economico dell’export significativo.

Se per il Consorzio del Parmigiano Reggiano l’export verso la Russia ha toccato nel 2013 le 10.800 forme con una crescita rispetto all’anno prima del 16%, per 5,8 milioni di euro di fatturato, per il Consorzio del Prosciutto, sempre l’anno scorso, sono stati spediti 25.000 prosciutti di Parma per un fatturato di oltre 2,5 milioni di euro.

La sollecitazione che mi sento di condividere – conclude Romanini - è che negli incontri in programma in questi giorni si possa fare un ulteriore passo avanti nell’adozione di misure improntate all’equità e che si riesca ad arrivare ad una soluzione che tenga conto in modo equo del valore dell’export”.

Sulle risorse, da registrare la decisione della Commissione Ue di stanziare altri 30 milioni di euro per programmi di promozione della Pac, la Politica agricola comune, per alleviare l'impatto delle restrizioni russe contro alcuni prodotti agricoli dell'Unione europea a seguito della crisi ucraina. I nuovi finanziamenti, si aggiungono ai 60 milioni di euro già previsti nel budget della Pac.

Ultima modifica il Martedì, 29 Settembre 2015 11:51
Joomla SEF URLs by Artio

Programma PD 2018