• giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
  • giuseppe romanini
Venerdì, 22 Agosto 2014 18:10

Con Terrevive, la terra ai giovani.

 Supera i 750mila mq la quantità di terra agricola che da settembre sarà messa  in vendita o in locazione nel Parmense. Cinque lotti parte di quei 5.500 ettari di terreno fino ad ora di proprietà pubblica - cioè del Demanio, del Corpo forestale dello Stato o del Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura (Cra)-, che saranno ceduti con prelazione agli under 40. E’ questo l’effetto di una delle misure varate dal Governo per incentivare l’occupazione in agricoltura soprattutto dei giovani per i quali i costi delle superfici agricole rischiano di costituire una difficoltà a volte insormontabile. L’estensione dei terreni oggetto del provvedimento è paragonabile a circa 7 mila campi da calcio.

“Il tema del lavoro e in particolare per i giovani  è uno dei temi sui quali si concentra maggiormente  l’attività messa in campo dal ministero delle Politiche agricole anche per il semestre a presidenza europea – commenta l’on. Giuseppe Romanini -  c’è la necessità di un ricambio generazionale  che può essere utile all’innovazione e per garantire un futuro dell’agricoltura. E c’è bisogno di mettere a punto nuovi strumenti, nuovi interventi che promuovano l’attività dei giovani in agricoltura. A questo obbiettivo guardano iniziative come quella promossa col decreto Terrevive”.

Il decreto, pubblicato in gazzetta  ufficiale n. 176 del 31.07, rimanda tutte le competenze all'Agenzia del Demanio compresa la pubblicazione del bando, atteso a settembre, con le norme e gli elenchi dei terreni (www.agenziademanio.it ).  Per  quelli con valore superiore a 100.000 euro ci sarà un'asta pubblica gestita mentre per i terreni con valore sotto i 100.000, l'Agenzia pubblicherà sul proprio sito l'elenco: la pubblicazione durerà 90 gg al termine dei quali gli interessati avranno 45 gg di tempo per fare la propria offerta telematica. Alla locazione è destinata una quota del 20% , più i lotti che rimarranno eventualmente invenduti, con una prelazione sempre per i giovani. Sia in caso di locazione che in caso di vendita è riconosciuta una prelazione per gli eventuali conduttori dei terreni che non  potranno avere altra destinazione se non quella agricola prima che siano passati venti anni dalla trascrizione dei contratti.

“A questo decreto si affiancano le azioni di "Campolibero", approvate nell’ambito del decreto “competitività” sul quale abbiamo dato come Commissione Agricoltura il nostro contributo affinché tali misure fossero migliorate e approvate “ - sottolinea il deputato di Parma.

Il pacchetto che comprende mutui a tasso zero,  ( fino a 10 anni) per imprese agricole condotte da under 40 per investimenti fino a 1 milione e mezzo di euro nei settori della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti e mutui fino a 30 anni ( concessi da Ismea) per l’acquisto dei terreni agricoli per primo insediamento di giovani in agricoltura. Sono inoltre previste la detrazione del 19% per affitto di terreni da parte degli under 35 e uno sgravio di un terzo della retribuzione lorda per promuovere forme di occupazione stabile in agricoltura di giovani tra i 18 e i 35 anni. Da segnalare anche il credito d’imposta al 40% per investimenti fino a 50 mila euro per l’e-commerce, e per innovazione e reti di impresa. Infine, vanno sottolineati gli 80 milioni di euro all’anno fino al 2020 per imprese condotte da under40 anni, che si tradurranno in una maggiorazione del 25% degli aiuti diretti per 5 anni, in attuazione della nuova Pac.

Ultima modifica il Martedì, 29 Settembre 2015 11:51
Joomla SEF URLs by Artio

Programma PD 2018